Archivi delle etichette: vita

il buddhismo non c’è più….

Il Buddhismo non c’è più, si è trasformato, è uscito dai sacri testi, è andato tra i giovani, è planato nella vita, Buddha ormai è dappertutto e chi sa leggere nella realtà lo trova tra i sofferenti, chinato a dare consolazione e speranza. Basta guardarsi attorno per capire. Sì, non abbiamo capito niente: Buddha che […]

Vota:

Continua a leggere

momenti

Ero sul lettino in sala operatoria e mi lamentavo con l’infermiere perché la schiena mi duoleva, l’infermiere mi rispose: “stia tranquillo che tra venti secondi dormirà”……già, così è la vita: perché agitarsi?

Vota:

Continua a leggere

J.R. WILCOCK

sembra un poeta naif, ma…..la sua filosofia lo porta a scherzare con la realtà della vita “Vivere è percorrere il mondo attraversando ponti di fumo; quando si è giunti dall’altra parte che importa se i ponti precipitano Per arrivare in qualche luogo bisogna trovare un passaggio e non fa niente se scesi dalla vettura si […]

Vota:

Continua a leggere

you Buddha?

Buddha è sempre, se guardate l’acqua nel ruscello o quella del mare, là c’è buddha. Anche se vi viene mal di pancia là c’è Buddha, anche in voi c’è Buddha, anzi voi siete un BUDDHA. Avete tutti le infinite possibilità di vivere serenamente e onestamente. Solo che c’è da precisare qualcosa. La Serenità e l’Onestà […]

Vota:

Continua a leggere

the space

the space

Chi per primo realizzò l’idea che la distesa che si trovava davanti a lui era Spazio non disse niente. Non era possibile dirlo: era soprattutto una scoperta dentro di noi…..era spazio e fu silenzio, perché in “quello” si sarebbero realizzate le nostre vite. Fu così che nacque lo Zen che “non” insegnò a capire senza capire, anche questa fu una grande realtà dello spirito che permise a molti di liberarsi dall’angustia delle limitazioni e dei condizionamenti……lo Zen è là, nel lago, tra gli alberi, ovunque, ma non……o è anche là? Quando rifletti la superficie del lago senza che questa si increspi, allora sei il lago, l’albero, il pettirosso sul ramo….vedi il pendio del monte è ancora innevato, tu sei anchelì. Quante cose ti appartengono! E’ tutto tuo, chi te lo può negare? Che differenza passa tra la vita e la morte se nessuno ti può sottrarre alcunché?

Vota:

Continua a leggere