THE LION’S ROAR

THURSDAY, AUGUST 16, 2012

The Lion’s Roar

 

“The usual problem we have when emotions arise is that we feel we are being challenged by them. We think that emotions will take over our self-existence, our credential of existence. We are afraid that, if we become the embodiment of hatred or passion, then we won’t have any personal credentials anymore.
 
“So usually we react against emotion, because we feel we might be taken over by it. We feel there is a strong possibility that we might freak out, lose our heads. We are afraid that aggression or depression will become so overwhelming that we will begin to lose our general functional level, forget how to brush our teeth, how to take a shit in the toilet or whatever. There’s some kind of fear that the whole thing might become too much, so that we might get hooked into it. Then we will lose our dignity, our ability to function as ordinary human beings like the others. That seems to be the problem.
 
“So transmutation in this case means going through such fear or whatever else might be, or occur. Let yourself be nuts. Go through it, give into it, experience it. And when you begin to experience this process of going towards emotions rather than emotions coming towards you, then you begin to make a journey. You are making an effort towards them, therefore some actual relationship is involved, and a sense of dance begins to evolve.
 
“This means that the highest forces of energy, any kind of extraordinary energies there might be, become absolutely workable rather than taking you over. This is because, if you are not offering any resistance, there’s nothing to take over. Whenever there’s no resistance, there is a sense of rhythm happening. The music and dance happen at the same time.
 
“So that is what is called the lion’s roar: whatever occurs in the realm of samsaric mind is regarded as the path, and everything is workable. It is a fearless proclamation-lion’s roar.
 
“But as long as we patch over what we feel are unworkable situations, as long as we try to put the patchwork of metaphysical, philosophical or neat religious ideas over the holes, then it ceases to be a lion’s roar. It turns instead into a coward’s scream-which is very pathetic.”
 
                            —The Lion’s Roar, Chogyam Trungpa Rinpoche
 
trans. by Google
 
“Il solito problema che abbiamo quando le emozioni sorgono è che ci sentiamo sono messe in discussione da loro. Pensiamo che le emozioni si farà carico la nostra auto-esistenza, la nostra credenziale di esistenza. Abbiamo paura che, se diventiamo l’incarnazione di odio o passione, allora non avrà alcun credenziali personali più.
 
“Quindi di solito reagiamo contro emozione, perché ci sentiamo potrebbe essere rilevata da esso. Riteniamo che ci sia una forte possibilità che potremmo fuori di testa, perdere la testa. Abbiamo paura che l’aggressività o la depressione diventerà così travolgente che ci sarà cominciano a perdere il nostro livello generale funzionale, dimenticare come lavarsi i denti, come prendere un cazzo in bagno o altro. C’è un qualche tipo di paura che il tutto potrebbe diventare troppo, in modo che possiamo ottenere agganciati in esso. Poi perdiamo la nostra dignità, la nostra capacità di funzionare come normali esseri umani come gli altri. che sembra essere il problema.
 
“Quindi trasmutazione in questo caso significa passare attraverso tale paura o qualsiasi altra cosa possa essere, o si verificano. Lasciatevi dadi. Vai attraverso di essa, dare in esso, viverlo. E quando si inizia a sperimentare il processo di andare verso emozioni, piuttosto che emozioni che vengono verso di te, poi si inizia a fare un viaggio. Si sta facendo uno sforzo verso di loro, quindi un po ‘di rapporto reale è coinvolto, e un senso di danza inizia ad evolversi.
 
“Questo significa che le più alte forze di energia, qualsiasi tipo di energie straordinarie potrebbero essere, diventano assolutamente praticabile piuttosto che prendere voi sopra. Questo perché, se non si offre alcuna resistenza, non c’è niente da prendere il sopravvento. Ogni volta che non c’è alcuna resistenza , c’è un senso di happening ritmo. La musica e la danza accadere allo stesso tempo.
 
“Quindi questo è quello che viene chiamato il ruggito del leone: tutto ciò che si verifica nel regno della mente samsarica è considerato come il percorso, e tutto è realizzabile Si tratta di un impavido proclama-leone ruggito..
 
“Ma finché ci benda su ciò che sentiamo sono situazioni impraticabili, fino a quando si cerca di mettere il mosaico di metafisici, idee filosofiche o pulito religiosi sui fori, allora cessa di essere ruggito di un leone. Risulta invece in un codardi scream-che è molto patetico. “
 
                            – Il Ruggito del Leone , Chögyam Trungpa Rinpoche

Informazioni su Giorgio Mantello

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: