L’inizio del buddismo e dello sviluppo delle scuole, da John Aske dal Sito “Buddhism Now”

Ringrazio il Sito “Buddhism Now

tibet - gautama buddha

tibet – gautama buddha (Photo credit: Cåsbr)

” sempre ricco di interessanti materiali

 

 

Inviato il 10 agosto 2012 dal buddismo Now

Vista di notte in campagna del Devon.All’inizio della vita l’insegnamento del Buddha , Mahavira l’insegnante Jain grande è morto. La sua morte intorno al 527 aC fu-to l’allarme del Buddha i seguaci, seguita da argomentazioni informazioni su quello che Mahavira aveva effettivamente detto e ciò che non aveva. Era chiaro che questo possa accadere in un prossimo futuro con l’insegnamento del Buddha e gradini sarebbe necessario per evitare che si verifichi il problema. Il Buddha non stare in un posto, ma si muoveva su una vasta area del nord dell’India, ammaestrare e istruire tutti coloro che vogliono ascoltare, così come quelli dei suoi monaci che abitavano in quei luoghi. Per la fase iniziale della sua carriera come insegnante aveva cominciato l’invio di monaci a diffondere la dottrina di illuminazione e la liberazione dalla sofferenza:

`Vai monaci e di viaggio per il benessere e la felicità delle persone, di compassione per il mondo, per il beneficio, il benessere e la felicità degli dei e degli uomini. No due andate nello stesso modo. Insegnare la dottrina, i monaci, che va bene all’inizio, metà e fine, e annunciano la vita pura e santa. Ci sono esseri umani, naturalmente, di passione poco, che languiscono per mancanza di ascoltare la dottrina, ma lo capiranno ‘!

ha detto il Buddha, come mandò i primi sessanta monaci.

Il Sangha buddista era essenzialmente un ordine di mendicanti erranti e solo più tardi, con il favore del re e ricchi hanno fatto a risiedere in luoghi e costruire viharasper la stagione delle piogge-Parco dei Daini e il Parco Jeta data da Anathapindika.

C’era una regola monastica vieta l’insegnamento della ‘parola per parola’ la dottrina di laici, e non sembra essere stata un’ingiunzione contro scrivere le Scritture per evitare che cadano nelle mani sbagliate. Qualunque sia la ragione di questo, è degno di nota che, nonostante la perdita della Valle dell’Indo script, due script altri sono stati introdotti in India-Brahmi è stato già utilizzato nel secolo aC ottavo e Kharosti nel terzo secolo aC, entrambe derivate dallo script aramaico e probabilmente introdotto da mercanti. Quindi non vi erano adeguate se i sistemi di scrittura complessi a disposizione, anche se nessuno è stato utilizzato fino al primo secolo aC in Sri Lanka. Invece, monaci con bei ricordi, Bhanakas chiamati, sono stati impiegati.Questi probabilmente reso i sutra in gàthà-gruppi di strofe ritmiche di per facilità di memorizzazione.

Ogni sutra tradizionalmente cominciava con le parole, ‘Così ho sentito dire,’ con cui Ananda iniziò la recita dei sutra, dopo la morte del Buddha. Bhanakas erano anche tenuti a recitare le regole del Vinaya e il codice di condotta monastica. Il Vinaya sembra anche aver contenuto le prime storie della vita del Buddha, messo a buon uso molto più tardi (2 ° secolo dC in sanscrito) in Ashvaghosha la bellissima Buddhacharita, una vita del Buddha.

Essa non deve essere pensato, tuttavia, che tutto ciò evoluti facilmente e senza problemi. A un certo punto: ‘Un litigio scoppiato tra una Dhammakathika e un Vinayadhara in modo marcato, che ogni gruppo ha fatto la causa di un singolo membro la causa comune e partecipato alla controversia.’

Indicazioni di fasi precedenti a questa cristallizzazione in corpi si trovano nel Vinaya in connessione con il regime previsto dal Dabba Mallaputta per la residenza dei monaci. Egli dispose che i monaci adottano la stessa modalità della vita ( sabagha ) risiedeva nello stesso luogo in modo che le Suttantikas potrebbe recitare suttantas tra di loro, Vinayadharas discusso le regole di disciplina tra loro, e le Dhammakathikas parlavano tra loro su questioni di dottrina, e così via. [N. Dutt. La diffusione del Buddismo. 1980.] Con le comunità monastiche si sviluppa su una superficie di centinaia di chilometri, non c’è da stupirsi che questi gruppi inevitabilmente sviluppato i loro modi e le proprie tradizioni, che ancora montati con il codice della disciplina Vinaya. Piccole abitudini e idiosincrasie crescere in quelli più grandi, come il passare del tempo.

Anche al passaggio del Buddha, la tristezza non era universale, e non tutti i monaci sono stati abbattuti. Quando seppe della morte del Buddha, il Subhadda Venerabile era molto sollevato alla sua partenza. `Eravamo abituati a essere infastidito da sentirsi dire:” Questo vi convenga, “e,” Questo non ti convenga, “dal Grande Samana, ma ora se n’è andato, saremo in grado di fare tutto ciò che ci piace, e cosa facciamo non piace, che non avremo a che fare! ‘ Se caftani lunghi e la barba era in voga allora, non ho alcun dubbio la Subhadda Venerabile avrebbe acquisito entrambe le cose.

La morte del Buddha ha presentato il Sangha con un grande problema. Non vi era stata alcuna autorità, ma il Buddha, e aveva rifiutato di approvare questo su, dicendo ai monaci che l’insegnamento dovrebbe essere la loro guida. Ma l’insegnamento del Buddha non aveva mai seguito una progressione lineare, ed era stato dato a tutti i tipi di persone in tutti i tipi di luoghi e situazioni diverse. Il suo insegnamento era contingente, rispondendo alle esigenze del tempo e le persone coinvolte, ed è stato particolarmente difficile per adattarsi a tutti i pezzi insieme. In realtà non è stato fino alle quattro o cinquecento ce che la Canon Pali raggiunto la sua forma attuale, quasi mille anni dopo la morte del Buddha.

Per fortuna, c’era un ricorso. Ananda, cugino del Buddha e di assistente per venti anni, aveva seguito il suo padrone quasi ovunque e aveva una memoria prodigiosa.

Mahakashyapa, il maggiore, ha deciso che un certo numero di arahats illuminati dovrebbero essere raccolte e recitato i sutra. L’unico problema rimanente è che Ananda non era un arahat, così fu mandato via e ha detto di non tornare fino a quando non lo era. Nel frattempo, i arahats seduti in deliberazione in grotta Sonbhandar Rajghir nelle colline vicino alla città di Rajagriha.

Ananda disse tristemente, ‘In tutti questi anni ho seguito il Tathagata come suo assistente. Ogni assemblea che si è svolta per l’esame della legge, mi sono unito.Ma ora come si sta per tenere un assemblea dopo la sua morte, mi trovo escluso. Il re della legge che è morto, ho perso la mia dipendenza e di aiuto. ‘ Ma Kashyapa severamente lo mandò via.

Trovò un luogo deserto e si adoperò intensamente per raggiungere il luogo ‘oltre l’apprendimento’. Esausto, un giorno, decise di sdraiarsi. Appena la sua testa aveva toccato il cuscino quando è diventato un arahat.

Porta di quercia a Dartington, TotnesQuando bussò alla porta del gruppo, Kashyapa gli disse che se fosse veramente illuminato, dovrebbe esprimere il suo potere ed entrare senza aprire la porta.Secondo Hsuan Tsang (750 ce) deliziosa versione dei fatti, Ananda poi ‘entrato dal buco della serratura’. Questo è stato apparentemente considerata accettabile ed è stato invitato ad unirsi al gruppo.

Mahakashyapa poi disse: ‘Lasciate che Ananda, chi ha mai sentito le parole del Tathagata raccolgono dal cantando attraverso il Sutra-pitaka. Lasciate Upali, che capisce chiaramente le regole di disciplina (Vinaya), ed è ben noto a tutti coloro che conoscono, raccogliere il Vinaya-Pitaka, e io, Kashyapa raccoglierà l’Abhidharma-pitaka (i commenti) ‘.

Conto Hsuan Tsang va a descrivere come ‘verso ovest da questo punto (dove era seduto Ananda) 20 li o giù di lì, è uno stupa costruito dalla imperatore Ashoka.Questo è il punto in cui il `grande assemblea ‘ (Mahasangha) formarono la loro collezione di libri (o, tenuto la loro assemblea). . . Coloro che non era stato permesso di unirsi assieme Kasyapa al numero di 100.000 uomini, si sono riuniti per questo luogo e disse: ‘Anche noi abbiamo desiderio di mostrare la nostra gratitudine a Buddha e abbiamo anche terrà un’assemblea per la raccolta delle Scritture’.

Anche loro raccolto i tre principali pitaka (panieri di insegnamenti), oltre alla varie pitaka (Khuddaka-nikaya) e il Dharani-pitaka. ‘Così si distinguono cinque pitaka. E poiché in questa assemblea, sia gente comune e personaggi sacri sono stati mescolati insieme, è stato chiamato `Il montaggio della grande assemblea (Mahasangha). ‘ [Records dei paesi occidentali. Hsuan Tsang Tr. Beale.]

Questo account è interessante in tutti i modi, ma è altamente improbabile che il Abhidharma (i commenti) avrebbe raggiunto un tale stadio di sviluppo che avrebbe potuto essere raccolti o recitata in una data così precoce. Se questa recita effettivamente avuto luogo, sarebbe quasi certamente sono stati di dvipitaka (due cestini-i sutra e Vinaya).

Qualunque versione è stata finalmente accettata, sembra probabile che anche Ananda fenomenale nella memoria, dopo quaranta anni di colloqui dhamma-era destinato a essere un po ‘imperfetta in alcuni punti, e che la sua versione non coincide del tutto con tutti gli altri. Col passare del tempo, i nostri ricordi cambiare ed evolversi alla luce degli eventi successivi. Come è stato, il Venerabile Punna, un monaco molto rispettato, ha dichiarato che non avrebbe dato il suo accordo, ma preferisce attenersi a quanto egli stesso ricordò delle parole del Buddha.

Sviluppo delle Scuole

Anche se non ci sono differenze dottrinali durante quel periodo, alcune tendenze, le tradizioni e pratiche cresciuto in quel periodo, che ha portato infine alla formazione delle diverse scuole. Generalmente pensiamo di scuole diverse come aventi la loro origine in discussione e la differenza di opinione, ma c’erano altre forze al lavoro. Per le diverse comunità a cui il Buddha aveva parlato, sarebbe stato una questione d’onore per mantenere la parola viva che era stato dato loro in prima persona dal grande stesso Samana. Ma questi stessi insegnamenti sarebbero stati ricordati in diverse comunità, con accentuazioni diverse, spesso corrispondenti al carattere speciale degli insegnanti ai quali le comunità si erano affiliati. Se fossero interessati al Vinaya e molto rigorosa sulle regole, sarebbe da stupirsi se memorizzato più l’insegnamento Vinaya. D’altra parte, coloro che concentrati sulla meditazione e gli assorbimenti, sarebbe più probabile di specializzarsi nell’insegnamento del Buddha sui temi in merito, e i propri commenti e gli sviluppi sarebbero inconsciamente scivolare nella loro memoria dei sutra.

‘La divisione, anche se non procedendo da differenze radicali nella dottrina, è cresciuto stereotipato nel corso del tempo, e la fusione tra di loro in seguito è diventato impossibile a causa della struttura separatista della mente che la loro esistenza come ordini separati naturalmente sviluppato. Così la divisione che aveva iniziato, senza alcuna differenza dottrinale gradualmente dato luogo a quest’ultimo ed è cresciuto in pieno titolo le scuole. La storia dimostra che questo processo di sviluppo in realtà avvenne. Per esempio, la scuola del sarvàstivàdin (‘tutto ciò che esiste’), che erano collegati con la divisione originale di Abhidhammikas Sariputra con alla loro testa, si sono affiliati a Rahula discepolo di Sariputra, al cui tempo le differenze dottrinali non era ancora apparso. Analogamente, i Sthaviravadins (antenati dei Theravadins) si affiliata alla Upali, mahàsàmghika a Mahakashyap, e le Sammatiyas a Mahakatyayana. [N. Dutt. La diffusione del Buddismo. 1980.] Se questo accade in tempi moderni agli insegnanti quasi tutte le cui parole vengono registrate su pellicola, elettronicamente o in stampa e lo fa-how tanto più nel caso di un insegnante che ha vissuto 2500 anni fa e il cui insegnamento è stato tenuto soltanto ad una memoria umana per cinquecento anni dopo lo diede, e in un diverso se strettamente correlato lingua. Il Buddha probabilmente parlava Magadhi ed i suoi colloqui avrebbero dovuto contenere allusioni locali e colloquiali. Professor Gombrich rileva una serie di freddure e battute nel materiale sutra precoce non notato quando i sutra sono stati finalmente messo per iscritto in Sri Lanka nel primo secolo aC in una lingua letteraria, e messo insieme dai conti di numerosi redattori. I pezzi dovevano essere presi e montato con cura insieme come un puzzle. Ma il Buddha non aveva mai dato un insegnamento lineare con un chiaro sviluppo. I suoi discorsi erano spontanei, e direttamente rilevanti per coloro ai quali egli diede loro. Quindi ci sono, ovviamente, diverse incongruenze e anomalie nei testi, che i redattori in seguito cercò di far fronte, forse un ulteriore modifica dei testi per farli stare meglio come hanno fatto così.

Il periodo precedente alla durata di vita del Buddha è stato caratterizzato dal cambiamento enorme. Città sostituito i villaggi e le città, e con loro è venuto un diluvio di nuove idee, e le vecchie idee sono stati sottoposti ad analisi e test. Dall’India alla Grecia, che è stato fortemente influenzato da indiani idee mediche, nuove religioni e filosofie balzò in piedi e guardò di nuovo il mondo in cui vivevano dentro

Il Buddha due discepoli principali, il saggio Brahman Sariputra e Mogallana il taumaturgo, erano stati studenti di uno dei principali scettici indiani, Sanjaya Belathiputta, che non hanno forse una visione profonda a trasmettere, ma incoraggiato il dubbio e in discussione. Quando è stato chiesto circa la natura dell’esistenza, avrebbe non accettare la teoria propugnata, né negarlo. Ma nessuno non lo accetta né non lo nego. Li ha preparati bene per il loro incontro con il loro futuro maestro. Filosofi, nobili come Ananda, le persone di umili origini come il grande Vinaya maestro Upali, che era stato barbiere, il Anathapindika ricco e generoso, e Amrapali la cortigiana, tutti caddero sotto il Buddha spell-persone di tutti i tipi e di tutti i ceti vita.

E che cosa era questo? Non era un sistema di credenze o di un sistema di tradizione come il brahmanesimo. Si stava mettendo da parte tutto ciò che, tutto il compimento desiderio e l’idealismo, e guardando a ciò che è e come è, che raramente è ideale e ancor meno il compimento dei propri desideri. Quello che sappiamo della vita del Buddha esemplifica questo. Ha provato tutti gli insegnamenti attuali e dei sistemi e scartato uno per uno non porta alla emancipazione. Sistemi di yoga, meditazione profonda assorbimento, l’ascetismo, tutti sono stati scartati come insufficiente o eccessiva. E ‘questa percezione fresca e vitale che si trova al centro del buddismo, ed è anche questo che ha reso così distintivo e tenuto insieme per così tanto tempo. E ‘stato allontanarsi da questo principio che ha portato in molti casi al buddhismo di essere soppiantata da altre religioni.

Il Buddha in effetti ha prodotto un manuale per vedere la vita così com’è e trattare con esso e dei suoi problemi, undeluded dai sistemi di credenze idealistiche o le rivendicazioni di grande potenza yogica. Quello che trovò non era solo la strada alla ‘fine di ogni male’, ma ‘di essere indagato e compreso in questo momento dai saggi’.La percezione che scuotono il mondo non vengono più breve e più, fino al punto di questo.

Per saperne di più i messaggi di John

Informazioni su Giorgio Mantello

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: