*.caca

Ogni volta che vedo il muso del “fantoin”* governativo mi viene vomito. So che molti di voi lo amano spassionatamente e con fremito uterino certe dame ne parlano. Ho vissuto a Milano in passato, ma stimavo quella gente, ma anch’io ero diverso: avevo la malattia del “fare”: sì fare questo, quello, essere il migliore, sì, mi ricollego, non ci si accontenta mai. Anche Lui non si accontenta mai, ma non sapersi fermare è un grave errore e lo stiamo vedendo, anzi, si dice: “è sotto gli occhi di tutti”. Lui c’è stato grazie alla mancanza di uno spessore culturale che gli si avrebbe potuto opporre, con lotte vere, non con “girotondi”.

In questi giorni sto sistemando la mia biblioteca e mio figlio maggiore mi ha suggerito di selezionare i libri per data! “Quelli più vecchi li puoi gettare!”……….noooooo, non può essere mio figlio a dirmi certe cose, ma è così, è l’utilitarismo a suggerire certi pensieri: una cosa non serve più? Via!

* “fantoin” in veneziano per indicare un bambino in modo affettuoso e un po’ commiserante.

Informazioni su Giorgio Mantello

Nessun commento ancora... lascia il tuo commento per primo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: